Cambio di residenza

Dal 9 maggio 2012 i cambi di residenza (per chi proviene da un altro comune o dall’estero e chiede l’iscrizione anagrafica a SAN MASSIMO) e i cambi di abitazione (per chi e’ gia’ residente a SAN MASSIMO e si trasferisce presso un altro indirizzo sempre all’interno del territorio comunale) saranno effettivi entro 2 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta da parte dell’ufficio.
Chi si trasferisce da un altro comune a SAN MASSIMO, subito dopo l’iscrizione anagrafica potra’ richiedere i certificati di residenza e di stato di famiglia e, solo nel caso in cui sia nato a SAN MASSIMO, anche il certificato di nascita.Per ottenere gli altri certificati si dovra’ attendere che il comune di provenienza trasmetta i dati necessari al completamento dell’iscrizione (di norma entro 7 giorni dall’inizio della procedura).

Come fare la domanda

Per presentare la domanda e’ necessario utilizzare il modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica (dichiarazione di residenza; dichiarazione di trasferimento di residenza all’estero). L’ufficiale d’anagrafe non potra’ accettare domande in carta libera o in un formato diverso o non compilate in tutte le parti obbligatorie che sono contrassegnate da asterisco.
La richiesta di cambio di residenza o di abitazione deve essere presentata all’ufficio anagrafico del municipio competente per territorio con le seguenti modalita’:
– di persona, ritirando e compilando il modello fornito dal personale addetto allo sportello;
– con raccomandata, via fax, per posta elettronica ordinaria. In questi casi si deve ritirare il modulo presso il Municipio oppure scaricarlo dall’indirizzo internet sopra indicato. Dopo averlo compilato in ogni sua parte e firmato si potra’ trasmetterlo con raccomandata e fax, insieme con una fotocopia completa (fronte – retro) del proprio documento d’identita’ in corso di validita’ (art. 38 del D.P.R.445/2000). L’invio per posta elettronica presuppone la scansione del modulo e del le seguenti condizioni: -che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
– che l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identita’ elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
-che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
– che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identita’ del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Avvertenze importanti

Nel caso in cui nell’abitazione dove si vuole trasferire la residenza fosse gia’ residente un’altra famiglia e’ indispensabile che un suo rappresentante maggiorenne dia il consenso all’ingresso. In mancanza di questa condizione la pratica sara’ considerata irricevibile. Il consenso potra’ essere fornito:
a) di persona, accompagnando il dichiarante allo sportello del municipio
b) compilando l’apposito campo nel modello di dichiarazione e allegando una fotocopia (fronte retro) del documento di identita’. Nei 45 giorni successivi alla richiesta di cambio di residenza o di abitazione l’ufficio effettuera’ le verifiche al domicilio dichiarato (tramite la Polizia Municipale) e controllera’ tutta la documentazione presentata dal richiedente o eventualmente trasmessa dal comune di emigrazione.
Entro il 45mo giorno l’ufficio potra’ emettere un preavviso di rigetto della domanda nel caso in cui si accerti che non ci sono le condizioni previste dalla legge relative sia all’effettivo luogo di dimora abituale sia agli altri requisiti per l’iscrizione anagrafica oppure si rilevino delle irregolarita’ nella richiesta. In questo caso il richiedente avra’ 10 giorni di tempo per presentare le proprie osservazioni scritte al fine di evitare l’annullamento della residenza e il ripristino della precedente iscrizione. In caso di dichiarazioni mendaci sara’ data informativa all’Autorita’ Giudiziaria competente. Gli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 prevedono infatti la decadenza dai benefici e sanzioni penali per chi dichiara il falso ad un pubblico ufficiale.

Per i Comuni

Le richieste di cancellazione anagrafica dei cittadini emigrati da SAN MASSIMO ed iscritti in altro Comune dovranno essere inoltrate ai seguenti indirizzi:

– indirizzo postale: Comune di SAN MASSIMO – Via Roma snc – 86027 SAN MASSIMO
– Tel 0874 780132 – Fax: 0874 771152
– Posta elettronica certificata: comune.sanmassimo@pec.it

Normativa

Circolare n.9/2012 del 27 aprile 2012 del Ministero degli Interni contenente le istruzioni operative per l’attuazione dell’art.5 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35 recante “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo”. Decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35 recante “Disposizioni
urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo”.
Modalita’ di applicazione dell’art. 5 (“Cambio di residenza in tempo reale”). Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. “Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa”. Testo unico sulla documentazione amministrativa.

 Modulo dichiarazione residenza – Allegato 1

 Dichiarazione di trasferimento di residenza all’estero – Allegato 2

 Dichiarazione di residenza – Allegato A

 Dichiarazione di residenza – Allegato B

 Circolare n.9 del 27/04/2012 del Ministero dell’Interno

Powered by WordPress