Home

Dicono di noi

Agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Avviso IMU 2020

iuc-imposta-unica-comunale_O1

CORONAVIRUS COVID-19
AVVISO URGENTE ALLA CITTADINANZA

IL SINDACO

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020 – contenente le misure urgenti di contenimento del contagio e diffusione del virus COVID-19 su tutto il territorio nazionale – le disposizioni producono effetto dal 23 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

COMUNICA

SUI MOVIMENTI delle PERSONE:
– E’ fatto DIVIETO a tutte le persone di TRASFERIRSI o SPOSTARSI, con mezzi pubblici o privati, in un Comune diverso rispetto a quello in cui allo
stato attuale si trovano.
Le circostanze che legittimano gli spostamenti fuori dalle abitazioni, quindi all’interno del proprio Comune, nonché gli spostamenti in un Comune diverso dal proprio, hanno subito ulteriori restrizioni. I Trasferimenti e gli Spostamenti sono CONSENTITI SOLO:
– PER COMPROVATE ESIGENZE DI LAVORO; attenetevi al tragitto casa-lavoro e siate pronti in caso di controllo a spiegare le ragioni del vostro
spostamento;
– PER ESIGENZE DI ASSOLUTA URGENZA; “per trasferimenti in un Comune diverso”, come previsto dall’art. 1, comma 1, lettera b del DPCM 22
marzo 2020;
– PER SITUAZIONI DI NECESSITA’; “per spostamenti all’interno dello stesso Comune, come previsto dall’art. 1, comma 1, lett. a dei DPCM 8 marzo
2020 e 9 marzo 2020 art. 1;
– PER MOTIVI DI SALUTE; muovetevi solo per questioni sanitarie, ma assolutamente NON in caso di SINTOMI INFLUENZALI (contattare telefonicamente il proprio medico di medicina generale, i pediatri oppure chiamare i numeri verdi regionali 0874/313000 – 0874/409000 oppure il 118) o se sottoposti a QUARANTENA o se sì è RISULTATI POSITIVI AL COVID-19 (articolo 1, comma 1, lettera c) del DPCM 8 marzo 2020)

– L’AUTODICHIARAZIONE è OBBLIGATORIA sia per gli spostamenti all’interno del proprio Comune e sia quando, per necessità ed urgenza, ci si reca in un Comune diverso.

MOVIMENTI delle PERSONE per ESIGENZE DI ASSOLUTA URGENZA e SITUAZIONI DI NECESSITA’:
– Si può circolare per l’acquisto di beni essenziali e necessari;
– L’acquisto di beni essenziali e necessari, deve avvenire all’interno del proprio Comune, per ridurre al minimo gli spostamenti ed evitare ogni forma di
assembramento;
– Lo spostamento in un Comune diverso dal proprio è consentito, solo in presenza di tre circostante:
1) NON CI SONO PUNTI VENDITA NEL NOSTRO COMUNE, ragione per la quale non possiamo fare acquisti;
2) I PUNTI VENDITA PRESENTI sul territorio comunale, SONO SPROVVISTI di beni necessari che dobbiamo acquistare con urgenza (ne sono esempio: i prodotti alimentari, i prodotti specifici per soggetti allergici, intolleranti e celiaci, i prodotti per neonati, il pellet, la bombola del gas per uso domestico, i prodotti per gli animali domestici, i mangimi per gli animali etc…);
3) IL NOSTRO COMUNE è SPROVVISTO DI SERVIZI ESSENZIALI (ne sono esempio: la banca, gli sportelli bancomat e postamat per il prelievo di
soldi liquidi ed operazioni urgenti ed indifferibili, la parafarmacia, la sanitaria, i consorzi agrari etc…).
Ne consegue, pertanto, che è consentito uscire dal proprio Comune, per recarsi nel Comune limitrofo al proprio solo quando:
– Non è possibile fare acquisti di beni essenziali e necessari nel proprio Comune;
– Non è possibile usufruire di un servizio essenziale;
– Non è possibile reperire i beni ed i servizi attraverso il servizio a domicilio.
ATTIVITA’ PRODUTTIVE INDUSTRIALI E ATTIVITA’ COMMERCIALI:
– Chiuse in Italia tutte le fabbriche e le attività produttive non essenziali;
– Restano consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità e i servizi essenziali, nonché le attività rilevanti per la produzione nazionale;
– Resta consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli ed alimentari;
– Restano aperte le fabbriche e le attività riguardanti: i trasporti, i farmaci, l’energia e l’agroindustria, i servizi postali, bancari ed assicurativi;
– Restano aperti: i supermercati, i negozi alimentari ed i negozi di generi di prima necessità; le farmacie e le parafarmacie; le poste, le banche e le assicurazioni; i tabacchi; le edicole e le imprese di pulizia.
ATTIVITA’ PROFESSIONALI:
– Le attività professionali, non sono sospese e restano valide le previsioni di cui all’articolo 1, punto 7, del DPCM 11 marzo 2020.
PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI:
-Per le Pubbliche Amministrazioni, resta fermo, quanto previsto dall’art. 87 del decreto-legge 17 marzo 2020 n.18; restano consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità ed i servizi essenziali.
– Restano aperti gli Uffici Pubblici, al quale è stato consentito lo Smart working.
Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, ovvero fino ad una data antecedente stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, che, conseguentemente: a) limitano la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell’emergenza; b) prescindono dagli accordi individuali e dagli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81.
DISPOSIZIONI PER L’ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI:
– In ottemperanza dei DPCM dell’ 8 e 9 marzo 2020; delle disposizioni regionali e delle disposizioni comunali già disposte in data 10.03.2020, si invita la
cittadinanza al RISPETTO delle seguenti indicazioni:
– LIMITARE l’accesso fisico agli uffici comunali per l’espletamento delle sole pratiche urgenti che richiedono la presenza dell’utente; UTILIZZARE, ove
possibile, il recapito telefonico 0874/780132 oppure l’indirizzo mail
comune.sanmassimo@gmail.com;
– RECARSI presso gli Uffici Comunali, SOLO per ESIGENZE INDEROGABILI; muniti preferibilmente di dispositivi di sicurezza
(mascherina e guanti);
– ACCEDERE agli Uffici UNA PERSONA alla volta, o al massimo due persone alla volta, in presenza di minore o di persona che necessita di
accompagnamento; DI FARE USO, al momento dell’accesso agli Uffici, della soluzione disinfettante per l’igiene delle mani presente in loco;
– Il MANTENIMENTO DELLA DISTANZA interpersonale DI SICUREZZA, di almeno un metro, va rispettato sia all’interno che all’esterno degli Uffici;
 
San Massimo, lì 25.03.2020
 
IL SINDACO – Dott. Alfonso Leggieri –
 
DOWNLOAD
Il Comune di San Massimo aderisce a Earth Hour – Ora della Terra 2020.
Sabato 28 Marzo dalle ore 20.30 alle ore 21.30 si spegneranno le luci in Piazza Marconi, Via L. Piccirilli e Via Roma.

Gesto simbolico per contrastare il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità, perseguendo l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile.

Ordinanza n. 7 del 17 marzo 2020

PROT. N. 3483 

OGGETTO: Misure per il contrasto ed il contenimento sul territorio comunale del diffondersi del COVID-19 ai sensi dell’art 32 della legge 23 dicembre 1978, N. 833 e s.m.i. in materia di igiene e Sanità Pubblica

IL SINDACO

VISTI tutti i decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei Ministri ed amanati al fine di contenere e contrastare il diffondersi del Virus COVID-19;

RICHIAMATE, altresì, le ordinanze emesse dal Presidente della Regione Molise (N.1 del 24/02/2020/ N.2 del 26/02/2020 e N.3 del 08/03/2020);

CONSIDERATO che l’ingresso e la permanenza nel territorio comunale di persone potenzialmente a rischio di trasmissione del virus accrescono in modo esponenziale il rischio di pregiudicare la salute della popolazione comunale, in considerazione soprattutto sia dell’indice di vecchiaia che dell’attuale assetto organizzativo delle strutture sanitarie;

RILEVATO che gli organi di stampa hanno segnalato, negli ultimi giorni, un continuo esodo verso le regioni meridionali d’Italia;

EVIDENZIATO l’evolversi della situazione epidemiologica, nonché il carattere particolarmente diffusivo del COVID- 19 e l’incremento dei casi sul territorio regionale;

RITENUTO pertanto necessario assumere immediatamente ogni misura di contrasto e di contenimento sul territorio comunale del diffondersi del virus COVID19 ai sensi dell’art. 32 della Legge 23 dicembre 1978, N. 833 e s.m.i.;

VISTO l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000

ORDINA

Art. 1
Tutti gli individui che hanno soggiornato negli ultimi 14 giorni fuori dalla Regione Molise, una volta giunti nel territorio di San Massimo, dopo aver comunicato entro due ore l’ingresso in Molise al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o ai numeri 0874/313000, 0874/409000

ovvero ai seguenti indirizzi email: coronavirus@asrem.org e dipartimentounicoprevenzione@asrem.org sono obbligati a darne notizia anche al Sindaco del Comune di San Massimo, riferendo delle disposizioni impartite dal competente servizio regionale di sanità pubblica.

Art. 2
Tutti gli individui che hanno soggiornato negli ultimi 14 giorni fuori dalla regione Molise, una volta giunti nel territorio di San Massimo e che abbiano già comunicato, in data antecedente alla presente ordinanza, l’ingresso in Molise al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o ai numeri 0874/313000, 0874/409000 ovvero ai seguenti indirizzi e mail: coronavirus@asrem.org e dipartimentounicoprevenzione@asrem.org sono obbligati a darne notizia anche al Sindaco di San Massimo, riferendo delle disposizioni impartite dal competente servizio regionale di sanità pubblica.

Art. 3
Per ottemperare all’obbligo di comunicazione al Sindaco di San Massimo, di cui agli art. 1 e 2 della presente ordinanza, telefonare al seguente numero: 3283288167 oppure scrivere alla casella di posta elettronica: comune.sanmassimo@gmail.com

Art. 4
Le disposizioni di cui alla presente Ordinanza sono efficaci fino al 3 aprile 2020, salvo proroga.

DISPONE

che la presente ordinanza sia immediatamente esecutiva, pubblicata all’albo pretorio dell’Ente e sul sito istituzionale e che la stessa sia trasmessa:

Al Prefetto di Campobasso;
Al Questore della Provincia di Campobasso;
Alla Stazione Carabinieri di Bojano;
Al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Campobasso

La Stazione Carabinieri di Bojano resta incaricata per la vigilanza sull’osservanza del presente provvedimento.
Le trasgressioni alla presente ordinanza, salvo che non costituiscano più grave reato, saranno punite con la sanzione amministrativa d’importo variabile da € 25,00 ad € 500,00, come stabilito dall’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000 s.m.i. secondo la procedura prevista dalla Legge 2.11.1999, N.689 s.m.i.

INFORMA

Che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. Molise o ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente entro e non oltre 60 (sessanta) e 120 (centoventi) giorni dalla notifica. Dalla residenza comunale.

 
 
San Massimo, lì 12.03.2020
 
IL SINDACO F.to (dott. Alfonso Leggieri)

IL SINDACO
RENDE NOTO CHE

con l’Ordinanza Sindacale n. 04 del 12/03/2020, il Comune di San Massimo, ha attivato in maniera preventiva, il
“Centro Operativo Comunale” (C.O.C.), con l’obiettivo di pianificare le azioni strategiche tese a prevenire eventuali problematiche di natura epidemiologica inerenti al COVID-19.
Tra le diverse attività, si evidenzia:
 
L’attivazione del servizio di farmaci e di spesa di beni di prima necessità a domicilio, per tutte le fasce socialmente “deboli” ed in condizione di disagio sociale;
 
Tale servizio è attivo 24 ore su 24
 
Un addetto provvederà al ritiro dei farmaci e dei beni di prima necessità presso la farmacia ed i generi alimentari siti nel Comune di San Massimo, nonché alla consegna presso il domicilio richiesto.
Si precisa, infine, che è possibile aderire al servizio, contattando l’Addetta al Servizio Sociale dott.ssa Marika Galletta, al numero 327/9534706.
 
 
San Massimo, lì 12.03.2020
 
IL SINDACO F.to (dott. Alfonso Leggieri)

AUTOTUTELA ICI

AUTOTUTELA IMU

CAMPITELLO MATESE

sanmassimo15b

Avviso TASI

iuc-imposta-unica-comunale_O1

trasparenza

albo

speciale tributi

PEC: comune.sanmassimo@pec.it
Email:
comune.sanmassimo@gmail.com

Strutture e attività commerciali del territorio

Powered by WordPress